Messina, arrestato paziente di Hiv cosicché contagiava le sue donne morta una sua ex

Ha ascoso a causa di anni la sua malattia e ha ininterrotto ad occupare rapporti non protetti attualmente è incolpato di uccisione e lesioni gravissime

MESSINA – Ha celato durante anni di avere luogo ammalato di Hiv, ha protratto, benché la patologia, ad occupare rapporti non protetti e ha appestato se non altro quattro donne. Una di loro, l’ex compagna da cui aveva avuto un prodotto, è morta. Una avvenimento esplorazione dalla incarico di Messina perché ha domandato e ottenuto l’arresto dell’uomo, un messinese di 55 anni, allora incolpato di omicidio e lesioni gravissime.

L’uomo che proverbio è status frenato dai carabinieri a Messina.

L’inchiesta, altitudine dal delegato della municipio dello Stretto, Maurizio De Lucia, è stata avviata dietro la dichiarazione della sorella della danneggiato che ha raccontato agli inquirenti della infermità della solito e dei suoi sospetti sul cognato il che avrebbe volontariamente infettato altre donne escludendo dire loro di abitare affeto dal patologia dell’Hiv.

L’uomo, che aveva avuto una legame di 4 anni con la domestica pur sapendo di abitare infermo, maniera si evince dai referti medici ulteriormente acquisiti, si è rifiutato di sentire rapporti protetti, mettendo pregna la compagna giacché non ha per niente informato della malattia di cui periodo tenerezza. La bersaglio abbandonato dietro assai occasione ha scoperto di aver concordato l’Hiv. I sanitari, in realtà, hanno diagnosticato la mania verso percorso di anni dai primi sintomi. Una ritrovamento arrivata dal momento che ormai le cure non avevano con l’aggiunta di alcun prodotto.

Pur sapendo del proprio situazione e pur sapendo in quanto la già stava peccato, l’uomo non le ha giammai confessato nulla, arrivando all’opposto a consigliarle di addossarsi integratori alimentari attraverso ratificare i suoi problemi di salve. «Avrebbe avuto dieci anni a causa di informarla ed per di più età precisamente a comprensione in quanto dal 2015 stava malissimo», ha raccontato la sorella della domestica ai carabinieri.

Dalle indagini è emerso cosicché ed la precedentemente compagna dell’indagato età morta di Aids appunto negli anni ’90. Eppure alle donne giacché ha incontrato successivamente l’uomo ha perennemente mentito, raccontando affinché era deceduta verso un carcinoma. L’ultima delle vittime mediante cui l’uomo ha adesso una racconto ha raccontato agli inquirenti che il accoppiato si rifiutava di occupare rapporti protetti sostenendo di desiderare da lei un ragazzo.

Le ragazze contagiate, di là alla compagna morta, sarebbero se non altro tre.

Solo sopra un accidente, solo, i pm contestano all’indagato il delitto di lesioni gravissime negli altri non ci sarebbe la test dell’intenzionalità del infestazione ed dato che le indagini continuano e gli investigatori sperano di poter confermare che l’uomo agisse alle criterio di un “untore”.

Di capace il 55enne frenato è ritenuto azzardato e l’arresto è status preparato attraverso il pericolo di recidiva, c’era cioà il paura cosicché l’uomo conitnuasse per infettare altre donne. Scrive il gip «Le maniera insieme le quali ha non abbandonato taciuto il suo condizione alla compagna, però pure l’ha fuorviata consigliandole integratori, pur potendosi essere le conseguenze che la propria insensata atteggiamento avevano provocato, rende eccessivamente concreto ed moderno il allarme di recidiva».

«Le condotte contestate – scrive adesso il gip nella livello cautelare – denotano una personaggio nefando di deciso spicco, costituiscono l’indice di un minaccia di reiterazione dei reati affinché può, ad avvertenza di corrente decidente, capitare fronteggiata isolato ed solo col carcere».

La avvenimento ricorda da accanto quella di un prossimo siciliano, Valentino Talluto, il 34enne di origini nissene carcerato verso 22 anni di carcerazione di aver contaminato con l’Hiv 32 persone. In generale al ragazzo di origini siciliane venivano attribuiti 57 episodi, 32 di epidemia chiaro ovvero mediato, e 25 “scampati” ringraziamenti alla prontezza di anticorpi; venticinque di queste ragazze si sono costituite parti civili.

Seguente l’accusa Talluto, verso muoversi dal 2006, avrebbe infettato le sue collaboratore – alcune delle quali agganciate inizio internet sopra siti d’incontri – per mezzo di rapporti sessuali non protetti. Verso tutte chiedeva di non utilizzare il profilattico, durante tentare maggior piacere nel corso di i rapporti, e tante lo avevano accontento. Verso conclusione del udienza di anteriore ceto, fu galeotto a 24 annidi prigionia verso le lesioni gravissime cagionate; cadde, solo, la noioso accusa di infezione dolosa.

دیدگاهتان را بنویسید

آدرس ایمیل شما نمایش داده نخواهد شد.